2002 – Progetto per il lungomare di Lignano Sabbiadoro (UD)

Gli obiettivi generali contenuti nel bando e condivisi dal progetto sono perseguibili attraverso un duplice ordine progettuale. Da un lato piani urbanistici, che considerano sia la realtà territoriale ad ampia scala che la peculiarità strutturale di questa città litoranea, dall’altro la proposizione di un’idea di città che supera lo stato attuale di “città balneare” per ritrovare un nuovo assetto con connotati urbani più elevati.
Con il progetto si configura quindi una nuova dorsale, in corrispondenza della fascia a monte della spiaggia, punteggiata da un tipo architettonico che si ripete secondo il ritmo degli affacci esistenti della città verso il mare, che aumenta di intensità nei luoghi di concentrazione delle funzioni fino a conformarsi nei tre episodi architettonici eccezionali del percorso pedonale sospeso, della piazza-torre e del teatro sul mare. Questi punti singolari sono legati tra loro e rapportati alla città attraverso un connettivo ricco di luoghi significativi per questa città proiettata al superamento della condizione attuale.

PROGETTO
Italo Giorgio Raffin, Davide Raffin, Stefano Tessadori e Francesco Sgrazzutti

progetto-per-il-lungomare-di-lignano-1

progetto-per-il-lungomare-di-lignano-2

progetto-per-il-lungomare-di-lignano-3

progetto-per-il-lungomare-di-lignano-4

progetto-per-il-lungomare-di-lignano-5

progetto-per-il-lungomare-di-lignano-6

progetto-per-il-lungomare-di-lignano-7